City Branding – Come si raccontano le città

City Branding – Come si raccontano le città

In un contesto dove la competizione fra territori, nazioni e città, è sempre più accesa, ognuno di questi soggetti ha bisogno di emergere e di differenziarsi per enfatizzare le proprie caratteristiche. Significa comunicare innanzitutto la propria identità, trasmetterne i valori e le qualità che la rendono unica e attrattiva.

Vi sono componenti tangibili: musei, monumenti, localizzazione geografica, conformazione urbana, e soprattutto quelle intangibili come brand immagine, patrimonio storico culturale che la rendono unica agli occhi dei propri cittadini, dei turisti e dei potenziali investitori.  Questo è un aspetto decisivo, spesso poco considerato dalle amministrazioni pubbliche. Perché si dovrebbe scegliere di investire a Milano piuttosto che Roma? Perché un turista potrebbe scegliere di trascorrere giorni di vacanza a Napoli o a Bari? La scelta dipende certamente dalle bellezze naturali, artistiche e culturali della città, e per chi fa impresa dall’efficienza della macchina amministrativa, del sistema trasporti e tessuto produttivo ma anche da una strategia di city branding efficace svolta sul territorio. 

Per farlo occorre: 

  • capire esattamente quali sono le caratteristiche uniche ed esclusive della città (positioning)
  • avere obiettivi chiari e ben definiti di breve, ma soprattutto di lungo termine
  • definire un logo simbolico che identifichi in modo immediato la città
  • elaborare una strategia di comunicazione integrata efficace.

Strategycom – in collaborazione con l’Osservatorio IULM sulla Comunicazione pubblica e il Public branding –  da tempo svolge progetti e ricerche sul branding pubblico e il marketing territoriale. Materie ancora poco praticate che sono sviluppate  attraverso la realizzazione di progetti che hanno lo scopo di aiutare le città e i territori a ideare e realizzare strategie di medio- lungo sul fronte organizzativo, delle politiche pubbliche, dei piani di comunicazione e di incoming.

In Italia come all’estero sono diversi gli esempi vincenti di questo modo di agire.

BOLOGNA CITY BRANDING è un progetto promosso a partire dal 2012 dal Comune di Bologna e realizzato dalla Fondazione per l’Innovazione Urbana (al tempo Urban Center Bologna). A partire da una ricerca utile a comprendere dall’interno la percezione della città, il posizionamento, e le potenzialità di promozione a livello nazionale e internazionale, si è elaborato un quadro di percezione di Bologna come luogo autentico, libero senza condizionamenti. Questi tratti sono stati resi graficamente nel logo “È Bologna” partecipativo e dinamico, con un’immagine della città facilmente riconoscibile.  E’ stata quindi creata una piattaforma web dove i cittadini hanno avuto e tutt’ora possono creare il proprio logo personalizzato, inserendo una parola chiave che rappresenti Bologna, e di condividerlo sui social.

Immagine che contiene testo, clipart

Descrizione generata automaticamente

La seconda fase ha previsto l’implementazione di progetti legati alla cura del territorio e della comunità riguardanti la pianificazione e rigenerazione urbana, la sostenibilità ambientale, l’economia cittadina, cooperativa, sociale e l’innovazione tecnologica.

Come nel caso di Bologna, Strategycom ha già nel suo portfolio, diversi progetti che hanno accompagnato i territori e le città verso una crescita della propria attrattività ed è in corso di studio un sistema di ranking che permetta di misurare e valutare le politiche di branding attuate da PA virtuose per consentire un confronto e un dibattito utile a far crescere le competenze e la consapevolezza dell’importanza del tema.

Lascia un commento